Nella pala d’altare della “Madonna di Castelfranco” Giorgione porta alcuni elementi di assoluta novità:
sostituzione di uno sfondo absidale con un paesaggio
eliminazione delle figure di santi intorno alla Madonna
superamento dell’immagine liturgica della Madonna
inserimento di santi non aureolati