Il Regolamento UE 2016/679 (GDPR), in tema di consenso al trattamento dei dati personali di una persona fisica:
ammette che il consenso possa essere prestato per inattività, purché non ci sia un rifiuto esplicito
raccomanda che il consenso sia espresso mediante un atto positivo inequivocabile
vieta che il consenso possa essere espresso semplicemente tramite la modifica delle impostazioni tecniche sulle app da parte dell'interessato
ammette che il consenso possa essere anche tacito