II d.lgs. 196/2003 prevede che i diritti dell'interessato al trattamento di dati non possano essere esercitati con richiesta al titolare del trattamento qualora dall'esercizio di tali diritti possa derivare un pregiudizio effettivo e concreto:
alle attività svolte da un ente pubblico economico
agli interessi di una confessione religiosa
agli interessi tutelati in base alle disposizioni in materia di riciclaggio
all'attività economica del titolare