Narcosis

Prendete un gamepad, sedetevi comodi e preparatevi per un intenso viaggio nelle profondità dell’oceano Pacifico. 

Narcosis è una nuova avventura horror pensata principalmente per essere vissuta con un visore della realtà virtuale ma anche totalmente godibile senza, utilizzando semplicemente un gamepad oppure la classica combinazione mouse e tastiera. Anche se si tratta del loro primo gioco, il team di sviluppo Honor Code è già molto conosciuto per aver collaborato con software house ben più famose a progetti come Assassin's Creed, Dance Central, Metal Gear Solid, Remember Me, Republique, The Silent Age, e Silent Hill.

Al primo impatto si nota che Narcosis non ha una grande quantità di meccaniche di gioco ma nonostante ciò risulta fin da subito abbastanza convincente ed intrigante da invogliare il giocatore a proseguire per scoprire come va a finire.

Nei panni di un operatore tecnico subacqueo della Oceannova, ci ritroveremo bloccati nelle profonde acque dell’Oceano Pacifico a causa di un terremoto che ha gravemente danneggiato le strutture sottomarine in cui stavamo regolarmente svolgendo il nostro lavoro. Inizia da qui un claustrofobico viaggio alla ricerca della salvezza nella speranza di ritrovare magari qualche compagno sopravvissuto alla tragedia. 

Con indosso la nostra tuta da sub in titanio dovremo esplorare i fondali marini evitando le tante minacce che cercheranno di farci fuori. Oltre all’esaurimento dell’ossigeno infatti, avremo a che fare con una serie di creature marine tutt’altro che amichevoli e dato che saremo armati solo di un coltello, è consigliato cercare di evitare questi mostri piuttosto che affrontarli in modo diretto.

Narcosis, in linea di massima, ricorda altri titoli come ADR1FT o ancora meglio SOMA. Le meccaniche di gioco sono molto simili così come l’atmosfera e fondamentalmente l’unica sostanziale differenza è il contesto e l’ambientazione. Nonostante tutto, Narcosis (così come anche gli altri giochi citati prima) ha una sua personalità ben definita ed offre un livello di coinvolgimento molto elevato specialmente se giocato con un visore di realtà virtuale. 

Come già detto in precedenza, le meccaniche di gioco sono molto semplici e la maggior parte del gioco è incentrato sull’esplorazione. Le ambientazioni e i suoni del mondo sottomarino sono realizzati con cura certosina e giocando con le cuffie si riesce davvero a distaccarsi dalla realtà restando affascinati ed intrappolati in questo mondo subacqueo. Ovviamente senza cuffie e senza visore VR l’esperienza risulta un pò meno coinvolgente ma possiamo confermare che durante il nostro test, svolto con mouse, tastiera e casse, abbiamo comunque avuto la sensazione di sentirci abbandonati in fondo all’Oceano.

VOTO
8.30
GIUDIZIO

Narcosis è decisamente un gioco di qualità. Le ambientazioni e le atmosfere sottomarine sono credibili e affascinanti, i suoni riescono ad aumentare la tensione e la recitazione del doppiatore che da la voce al protagonista è davvero degna di nota. Consigliamo l’utilizzo di un visore della realtà virtuale per un coinvolgimento totale ma anche se non ne siete in possesso l’esperienza è davvero eccezionale.