Masters of Anima

Questo è il tempo dei team indipendenti, non ci sono dubbi, e Masters of Anima, il nuovo titolo della Passtech Games, ne è la riprova. Un piccolo studio indie della Francia che dopo alcuni titoli di impatto minore, come ad esempio Space Run, si propone adesso con un titolo degno di una bella sfilza di A, al pari di titoli dal nome più grande ma dai contenuti comparabili. Ma guardiamo adesso da vicino le avventure nella terra di Spark!

Golem che abbaia...

Tutto inizia con una storia semplice, dai toni allegri e ben caratterizzata. Impersonificheremo Otto, un giovane apprendista promesso sposo della bellissima Ana, una delle più forti e rinomate maghe del regno. Non sia mai quindi che una donna del calibro di Ana sposi il dilettante in erba! Così il gioco comincia con Otto che si appresta ad affrontare l’esame preparatorio per diventare un Master of Anima! Affronteremo dunque quello che è il tutorial base per introdurci ai comandi principali del gioco. Impareremo come affrontare i nemici ed evocare truppe da combattimento.
Tutto molto semplice quindi, se non fosse che Zhar, il cattivo, temibile Zhar, decide di rompere l’equilibrio che porta la pace da secoli liberando i pericolosi e potenti Golem. Giusto per non farci mancare nulla, Ana viene rapita e la sua anima divisa in tre cristalli. Comincia quindi l’avventura di Otto, deciso a combattere per il suo amore e per la pace del regno.

Masters of Joypad

Se è vero che i toni durante il gioco sono mantenuti allegri e scherzosi, la parte di gameplay vera e proprio ha poco di esilarante! E’ un gioco di forza e strategia, che ci vedrà impegnati ad imparare le tecniche e i metodi migliori per affrontare l’esercito nemico che incontreremo di volta in volta. Otto potrà invocare nuovi guardiani, comandarli e indirizzarli su uno o più obiettivi separatamente. La categoria che vedremo combattere al nostro fianco inizialmente è quella dei Protettori, utili per attaccare ma anche per spostare gli ostacoli sparsi sul territorio. Ovviamente nel proseguire del gioco acquisiremo nuove abilità per evocare:

  • Sentinelle: arcieri per gli attacchi a distanza

  • Catalimanti: per ripristinare l’energia assorbendola dai nemici

  • Comandanti: gestiscono e migliorano gli attacchi combinati

  • Invocatori: permettono di evocari ulteriori guardiani

  • Il bastone: beh si...siamo armati di un bastone, che avete da guardare?

La gestione delle truppe è abbastanza semplice da imparare e praticare durante le battaglie. Ovviamente, trattandosi di un gioco di strategia, sta a noi saper regolare gli attacchi in maniera opportuna, senza sacrificare troppi guardiani o perdere la vita. Al termine delle quest infatti verrà assegnato un punteggio in base al tipo di strategia applicati e sugli opliti rimasti in vita. Dobbiamo imparare quindi a gestire con ferma precisione le peculiarità di ogni categoria di guardiani. Ma non saranno solo le battaglie a darci filo da torcere! In Masters of Anima infatti troveremo vari puzzle da risolvere, molte interazioni con l’ambiente e tanta “Avventura!” (cit.)

Tecnicamente

Masters of Anima, come dicevamo all’inizio della nostra recensione, non ha per niente nulla da invidiare a titoli più rinomati dello stesso genere, come ad esempio Overlord e similari. Il gameplay è veramente robusto e ben strutturato, mentre la grafica dai toni accesi e cartooneschi rende l’esperienza di gioco davvero singolare e di gran classe. Audio impeccabile compresi i dialoghi, in inglese ma sottotitolati in italiano.
Insomma, nessun motivo per non diventare anche voi dei Masters of Anima!

VOTO
8.50
GIUDIZIO

Masters of Anima conferma ancora una volta come i gruppi di sviluppo indie siano ormai oggi capaci di regalare le stesse emozioni dei grandi marchi, se non addirittura facendo di meglio. Un gioco ben fatto, equilibrato e soprattutto multi-player! Roba così non se ne vede quasi più in giro, non perdetevelo!