Crash Bandicoot: N. Sane Trilogy

Il nostro marsupiale preferito è tornato! Crash Bandicoot torna in azione con questa raccolta che contiene la trilogia originale ora disponibile anche per PC, Xbox One e Switch.

Eravamo alla metà degli anni 90 quando Crash Bandicoot ha stravolto la scena videoludica del periodo diventando in breve tempo un simbolo inconfondibile della prima PlayStation. Pur non raggiungendo lo stesso livello di popolarità di Mario o Sonic, i giochi di Crash erano affascinanti platform che riuscivano a tenere i giocatori incollati alle console e a differenza dei suoi illustri colleghi, Crash Bandicoot sfoggiava una grafica 3D che i giochi di Mario e Sonic hanno adottato solo alcuni anni più tardi.

Con l’arrivo della collezione N. Sane Trilogy, adesso su tutte le piattaforme, abbiamo la possibilità di rivisitare i primi tre giochi della serie in grande stile e senza sbavature. Sviluppata da Vicarious Visions, la N. Sane Trilogy contiene le versioni rimasterizzate di Crash Bandicoot, Crash Bandicoot 2: Cortex Strikes Back e Crash Bandicoot: Warped. I modelli dei personaggi e gli ambienti di gioco hanno subito un completo restyling abbandonando tutti i vecchi modelli rudimentali a favore di una grafica dall’aspetto più realistico e un nuovo sistema di illuminazione che porta la qualità visiva ad un livello quasi pari a quello di un cartone animato 3D di Pixar o Dreamworks.

Anche se è impossibile non apprezzare la cura dedicata al restyling grafico dei giochi, giocarci suscita emozioni contrastanti e nonostante il loro aspetto fresco e moderno, le meccaniche di gioco rimangono inevitabilmente datate. I nemici raramente reagiscono alla nostra presenza e invece di attaccarci continuano a seguire il loro percorso prestabilito. Molti degli ostacoli inoltre, sono inutilmente scoraggianti e alcuni punti possono facilmente diventare frustranti a causa dei ripetuti fallimenti a cui andremo incontro. Ovviamente questi problemi, se così possiamo chiamarli, non sono dovuti ad errori di programmazione ma sono dovuti semplicemente alla rigidità degli standard dell’epoca in cui sono usciti i giochi.

Tuttavia, i livelli sono abbastanza bilanciati e per la maggior parte del tempo, la trilogia di Crash Bandicoot offre una sfida modesta in grado di intrattenere il giocatore con tante ore di divertimento. I livelli sono molto vari e abbastanza scorrevoli e la semplicità di alcuni scenari è contrastata da sezioni più impegnative e aree “bonus” che permetteranno di sperimentare un gameplay alternativo come ad esempio cavalcare un cinghiale inferocito o scappare a gambe levate da un macigno rotolante in stile Indiana Jones.

Crash Bandicoot N. Sane Trilogy è fondamentalmente quello che la serie è sempre stata: un’affascinante collezione di sfide platform che vi coinvolgeranno totalmente un livello dopo l’altro. Se già avete vissuto l’esperienza di Crash Bandicoot al momento dell’uscita negli anni 90, questa trilogia trabocca di nostalgia. Rivedere i livelli familiari della serie, quelli che conservavamo piacevolmente nei nostri ricordi, provoca innegabilmente un mix di emozioni e stupore, e per questo non possiamo che ringraziare gli sviluppatori di Vicarious Visions che sono riusciti a rivitalizzare Crash Bandicoot preservando il fascino che lo ha reso attraente fin dalla sua prima apparizione sulla PlayStation nel lontano 1996.

VOTO
8.00
GIUDIZIO

Crash Bandicoot N. Sane Trilogy è un acquisto obbligatorio per tutti quelli che hanno vissuto l’epoca della prima PlayStation, e siamo sicuri che il restyling della trilogia sarà apprezzato anche dai giocatori di vecchia data. Se invece non avete mai giocato a Crash Bandicoot vi consigliamo di valutare bene l’acquisto. Nonostante siamo di fronte ad una serie che ha fatto la storia, il gameplay ormai superato potrebbe non essere così piacevole e sorprendente come 20 anni fa.