Carmack: next-gen niente di eccezionale senza realtà virtuale

Il guru della grafica si dice "non particolarmente emozionato" dall'hardware di nuova generazione, sostenendo che consentirà solamente di avere delle versioni più belle da vedere dei giochi attuali.

Quale introduzione allora potrà costituire un'evoluzione sostanziale per il gaming? Per Carmack è il gaming in realtà virtuale. Citando la tecnologia basata su sensore di movimento di Nintendo come esempio di caso di successo nell'attuale generazione, Carmack crede che le tecnologie di realtà virtuale potrebbero avere lo stesso tipo di successo nella prossima generazione.
"Sony e Microsoft stanno lottando sul campo dei gigaflop e dei teraflop e delle GPU, ma alla fine questa sfida non farà la differenza", dice Carmack. "Nintendo ha introdotto il movimento in ambito videoludico e, sebbene avesse solo un decimo della capacità di elaborazione dei rivali, è stata in grado di vendere molto di più. Credo che qualcuno dei competitor abbia l'opportunità di ripetere la stessa cosa per la prossima generazione", conclude il direttore tecnico di id Software, pensando sempre alla realtà virtuale.
Se si parla puramente di specifiche hardware, secondo Carmack prestazioni rinnovate non serviranno da sole a giustificare una nuova generazione di console: "Un gioco dell'attuale serie Halo gira a 30 hertz alla risoluzione 720p, mentre nella prossima generazione un ipotetico nuovo Halo potrebbe girare a 60 frame per secondo in 1080p con high dynamic frame buffer. Questo miglioramento consumerebbe tutta la capacità di elaborazione supplementare delle nuove console".
Ed ecco perché Carmack sostiene che ci sarà solo un lieve miglioramento grafico, senza importanti cambiamenti sul piano della fruizione dell'esperienza di gioco. Ciò che aiuterà a evolvere realmente il mondo dei videogiochi sarà, invece, la realtà virtuale, ma Carmack sostiene che l'introduzione di queste tecnologie molto difficilmente avverrà entro quest'anno, anche se "Sony probabilmente potrebbe avere pronto qualcosa per il prossimo anno".

Commenti