42. Modi di connessione a Internet

Vediamo adesso di capire come ci si collega a internet.

 

Le aziende che ci offrono la possibilità di accedere a internet prendono il nome di ISP (Internet Service Provider). Quando si stipula un contratto con questi affittiamo un computer che ci riconosce ogni volta che vogliamo accedere al servizio e ci permette di connetterci alla rete.

 

Perché ciò possa avvenire è necessario che il nostro PC sia connesso ad un modem/router . In base alle caratteristiche di quest’ultimo si ha il tipo di connessione. (vedi la voce modem).

 

È chiaro che un modem tradizionale ISDN non potrà funzionare su una connessione ADSL e viceversa.

 

Di seguito un breve riepilogo delle varie modalità di connessione a internet (per approfondimenti vedi alla voce modem).

  • Linea telefonica;
  • Telefono cellulare;
  • Cavo;
  • Wireless: WDSL (Wireless DSL) è una tecnologia di rete nell'ambito delle telecomunicazioni senza filo che offre la possibilità di usufruire della tecnologia ADSL via wireless nei comuni ove non è presente la linea ADSL;
  • satellite: La qualità del servizio Internet via satellite è notevolmente peggiore di una connessione ADSL.

L’utente per ottenere una qualsiasi delle su esposte linee dovrà pagare una tariffa che può essere : Flat o free.

 

Nella free non vi è alcun costo del canone ma l’utente paga per il tempo di effettiva connessione al servizio;

 

nella flat invece viene corrisposto all’ISP un canone mensile di abbonamento che permette di rimanere connessi anche 24 ore al giorno.

 

Un caso a parte merita la connessione denominata “Internet mobile” diffusasi ultimamente che permette di accedere al servizio direttamente dal telefonino o con un PC (fisso o portatile) collegato ad un telefonino, o con una Internet Key.
Le tariffe in questo caso sono a volume e a tempo. Entrambi prevedono una tariffazione differenziata, le prime per quantità di dati scaricati, mentre le seconde per il tempo di connessione.