17. Screensaver

Lo Screen saver è una figura o motivo in movimento che viene visualizzato quando la tastiera o il mouse non è stato utilizzato per un determinato periodo di tempo.

Il suo impiego permette di evitare l’usura del monitor nonché di tutelare i dati visualizzati sul monitor da occhi indiscreti.

Selezionare uno screen saver cliccando sull’omonimo elenco e selezionarne uno. Nel monitor di anteprima è già possibile visualizzarne l’aspetto.

Scegliere OK per accettare tale impostazione, o Annulla per ritornare al desktop senza accettare le eventuali modifiche apportate.

Per attivare le impostazioni ed altri attributi occorre prima selezionare uno screen saver. Effettuato ciò, con il pulsante Prova potremo visualizzare lo stesso, direttamente sul monitor e si potrà impostare il tempo di attesa prima che questo venga attivato.

Il sistema operativo inizia il conteggio di questo tempo quando l’utente non muove il mouse o non preme nessun tasto sulla tastiera. Trascorso il tempo impostato se ciò si verifica allora parte lo screen saver, che viene interrotto o movendo il mouse o premendo, appunto, un qualsiasi tasto.

Se avete cliccato su Protezione per disattivare lo screen saver verrà richiesto l’inserimento di una password che corrisponde a quella che adoperate per entrare in Windows. Per attivare questa opzione è comunque indispensabile che si siano creati degli account utente e naturalmente averne impostato la relativa password. Con Windows 98 la protezione viene fornita in ogni caso anche senza aver configurato l’account utente.

Selezionando (nessuno) si disattiva lo screen saver. Cliccando sul pulsante Impostazioni si possono modificare alcuni attributi del nostro screen saver. Tali attributi non sono uguali per tutti ma variano secondo quello prescelto.

Si selezioni nell’elenco, ad esempio, “testo scorrevole” e si clicchi sul pulsante Impostazioni. Si apre una finestra.

Vediamo di seguito quali attributi potervi modificare.